;

Zero Privilegi Toscana

La politica si riforma dal basso

Sinteticamente

A) Riduzione Indennità di Carica

Attualmente lo stipendio lordo ammonta a €. 7.334,13 (ridotto del 10% in base a una legge stato). Con la Zero Privilegi si passerebbe a uno stipendio di € 5.700,00 lordi, cioè € 3.059,41 netti

B) Abrogazione dell’Indennità di Fine Mandato

Attualmente ammonta a € 8.149,04 per 5 anni.

C ) Abrogazione del Trattamento di missione nel territorio regionale

Attualmente ammonta a una spesa complessiva di €. 789.000 annuali, caratterizzate da un forfait mensile del 15% e del 10% sull’indennità di carica calcolata su €.8.149,04

D) Riduzione dell’Indennità di funzione

Attualmente comporta una spesa complessiva di € 746.874,00 per anno. Con Zero Privilegi verrebbe ridotta a € 17.100,00 annuali.

E) Abrogazione Diaria Mensile

Attualmente ammonta a € 730.080,00 annuali, caratterizzata da forfait mensile per presenza al Consiglio di € 52,00 (gettone di presenza). Con Zero Privilegi si richiede l’abrogazione della diaria.

F) Abrogazione del Rimborso spese trasporto, tragitto Casa-Consiglio e ritorno

Attualmente ammonta complessivamente a € 681.840,00 annuali. Con Zero Privilegi si richiede l’abrogazione del rimborso.

Complessivamente, con l’approvazione della “Zero Privilegi” e senza considerare l’effetto dell’abrogazione del vitalizio, la Regione Toscana avrebbe un risparmio totale annuo di €. 4.541.000,00

Share

4 thoughts on “Sinteticamente

  • cristina scrive:

    ragazzi siamo stufi e gonfi di sentir parlare di gente che arriva ad uccidersi,di pensionati costretti a pagare l’imu pur avendo la residenza in una casa per anziani,di pensionati costretti a cercare il cibo tra gli avanzi del mercato e di disoccupati con famiglia che non sa come far vivere i propri figli e molto altro.quando l’Italia e gli Italiani si decideranno a far esplodere quelle maledette poltrone da sotto al culo dei porci politici?

    • zptadmin scrive:

      Comprendiamo benissimo la tua segnalazione. Abbiamo deciso di “rivoltarci” a tale situazione già qualche anno fa, prendendo la strada del “fare in prima persona”. Basta delegare, basta sperare che il parolaio di turno si attivi per noi.Fare qualcosa, anche nel piccolo del quotidiano, per nostra esperienza, cambia davvero il mondo in cui viviamo. Ma bisogna metterci tempo, faccia e responsabilità.

  • Carlo scrive:

    la proposta è per molti versi ragionevole. Per altri troppo demagogica.
    Non si può trattare un consigliere regionale che risiede a Grosseto come uno che risiede a Firenze.
    Queste contraddizioni ne diminuiscono drasticamente l’appeal.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>